martedì 18 dicembre 2012

Una favola di Natale: les marchés de Noël en Alsace


C'era una volta...proprio così dovrebbe incominciare questo post, perché i nostri tre giorni in Alsazia non sono stati un semplice weekend ai mercatini di Natale, ma un vero e proprio tuffo in un libro di favole, dove tutto sembra senza tempo e non ci si stupirebbe nemmeno un po' a scoprire che le case sono fatte di zucchero e biscotti e a vedere sbucare all'improvviso da dietro l'angolo l'omino di Pan di Zenzero o perché no, Babbo Natale in persona.

La nostra storia comincia a Colmar, tra case di bambola, bancarelle, luci e colori,








prosegue a Riquewihr, piccolo gioiello immerso nei vigneti




e a Kaysersberg, dove sembra che il tempo si sia fermato




e finisce a Friburgo, perché un po' di Germania se possibile non ce la facciamo mancare mai!




E per dovere di cronaca confessiamo che in Germania abbiamo anche dormito, perché l'ospitalità delle Gasthof tedesche è sempre una garanzia.



Nella nostra favola non sono mancati invitanti profumi e tante cose buone da mangiare, per non parlare del vin chaud aux épices che è sicuramente il metodo più efficace per riscaldarsi le mani e il cuore, soprattutto se bevuto in compagnia!




 E come in tutte le favole che si rispettino, non può mancare il lieto fine...


E la stessa cosa auguriamo a tutti quelli che passano di qui, di trascorrere un Natale sereno con le persone più care...e a chi indovina di chi è il riflesso sulla pallina...doppia razione di panettone!

lunedì 3 dicembre 2012

Aspettando il Natale

E anche quest'anno è arrivato l'Avvento e con lui il nostro ormai tradizionale calendario "casalingo".


Dopo un'accurata progettazione, Ranaprima ha disegnato le 24 caselline,


Rosposecondo le ha colorate,



La Sottoscritta e Maritoinformatico hanno ritagliato, ritagliato e ritagliato,


e incollato, incollato e incollato





e alla fine tutti insieme abbiamo appeso le nostre caselline ad un nastro natalizio con delle altrettanto natalizie mollettine rosse.


Ieri sera, di ritorno da un bellissimo weekend di cui racconteremo a breve, abbiamo girato le prime due caselline e abbiamo acceso la prima delle quattro candele della Corona dell'Avvento, piccola novità di quest'anno.



Bene, adesso non ci resta che goderci questo bel periodo dell'anno, pensare all'albero e al Presepe che allestiremo come da tradizione all'Immacolata e aspettare con gioia il Natale.


domenica 28 ottobre 2012

Progetti

Cosa c'è di meglio di un sabato autunnale, grigio e piovoso, passato volontariamente in pigiama, per iniziare a pensare al nostro "Calendario dell'Avvento 2012"?

L'idea c'è. 


Il progetto è firmato da Rosposecondo. 


La direzione dei lavori è affidata a Ranaprima.


Non ci resta che metterci al lavoro!

domenica 7 ottobre 2012

Dentro l'autunno

Sabato abbiamo fatto una bella passeggiata nel bosco;


"armati" di tutto punto 


siamo andati alla scoperta dei segreti del bosco e dei suoi tesori:


i funghi, 




le castagne, lucide come pietre preziose  e racchiuse nei loro scrigni insidiosi,





e i simpatici gnomi!
Ok, di gnomi in carne ed ossa non ne abbiamo visti, ma abbiamo visto prove inconfutabili della loro presenza:


il fungo "spugna gialla"
da cui gli gnomi staccano piccoli pezzi di spugna che usano per farsi il bagno nei... 


funghi vasca da bagno


...e se ritenete che queste non siano prove sufficienti, beh, ci spiace, ma forse avete sbagliato blog!

domenica 16 settembre 2012

Di mongolfiere, biciclette e cappellacci

La magia, ecco cosa siamo andati a cercare a Ferrara, la magia delle mongolfiere.
E magia abbiamo trovato. 
La magia di un telo che d'un tratto prende vita,





la magia dei colori che riempiono gli occhi e allietano il cuore,



la magia dei giganti che ci fanno sentire piccoli come dentro a una fiaba.


La magia della passione,


dei gesti consueti e sempre nuovi, di fatica e soddisfazione





La magia di adulti e bambini col fiato sospeso e gli occhi all'insù.




E perchè no, anche la magia di provare a volare, seppur legati a terra con un filo, e di essere così emozionati da sbagliare tutte le foto!


Il Balloons Festival di Ferrara è stato tutto questo e anche qualcosa in più, perchè tra un volo e l'altro i passatempi non mancano e il pomeriggio scivola via




E poi arriva la sera e la magia diventa fuoco.



E la magia diventa luce.



E continua la mattina presto. Giusto il tempo di aprire le imposte e..."Sorpresa!" questa volta sono le mongolfiere che ci hanno raggiunto in città.

 




Ferrara invece non è stata una sorpresa, ma una piacevole conferma.
Che bella che è con il suo Castello, il Duomo, le mura e i suoi bei palazzi,






che bella con le sue biciclette ovunque, che non puoi fare a meno di volerne una anche tu...





E in tutta questa bellezza, la ferita ancora aperta del recente terremoto e i racconti delle gente, che "la paura è stata tanta","E quasi tutte le chiese sono ancora chiuse","E speriamo sia davvero finita".


Ma in un secondo ritorna il sorriso, la voglia di scambiar due battute e di raccontare storie e leggende sulla loro bella città.
E, tra una chiacchiera e l'altra, abbiamo anche avuto qualche soffiata per un pranzo "ferrarese" d.o.c., a cominciare dai famosi cappellacci di zucca...Che delizia!




E in questi due giorni all'insegna della magia, menzione speciale anche per il nostro albergo, inaspettatamente abbordabile e centralissimo...


...tanto che, affacciandoci alla finestra, potevamo godere di uno scorcio esclusivo del bel castello Estense e immaginare il crudele Niccolò III mentre conduce alle prigioni sottorranee del castello la sua giovanissima seconda moglie Parisina e Ugo, suo figlio illegittimo, colpevoli di un amore proibito e clandestino a causa del quale "persero la testa"...ma questa è tutta un'altra storia...