giovedì 11 agosto 2011

OTTO

10 agosto 2011


Auguri Ranaprima!

martedì 9 agosto 2011

Monaco è...

...Marienplatz, alle 11 e alle 17, con il suo carillon e i turisti con il naso (e i telefonini) all'insù.



...Marienplatz in festosa attesa dell'assegnazione dei giochi olimpici invernali del 2018.




 



...il Museo del Giocattolo e il fascino dei giochi di altri tempi.



...la Frauenkirche con le sue altissime torri da cui si gode di un bel panorama della città




e l'impronta lasciata dal diavolo nell'atrio in segno di beffa verso l'architetto che sembrava aver dimenticato di inserire le finestre (si trattava in realtà di un gioco prospettico che non è più possibile vedere per via dei successivi restauri).


...i nasi degli animali sugli scudi dei quattro leoni che sorvegliano l'ingresso nella Residenz, lucidissimi perchè strofinati da tutti i passanti in cerca di fortuna e salute.



...Karlsplatz con la sua refrigerante fontana.




...il castello di Nymphenburg, con le sue sontuose sale, i giardini, le fontane e le magnifiche vedute prospettiche.









...l'immenso e bellissimo Englischer Garten






e i suoi inaspettati surfisti.


...l'Olympiapark





e l'ormai "tradizionale" tassa del turista.



...la BMW Welt e gli improbabili centauri.





...l'Allianz Arena e i giochi con la macchina fotografica.




...le birrerie storiche e la loro contagiosa allegria.









...i Biergarten, buona birra, chiacchiere e relax.






...il Viktualienmarkt, dove la sottoscritta ha lasciato gli occhi e un pezzettino di cuore.










...il pranzo deutsche style a base di birra e brezel.




...la metropolitana efficientissima, le sue stazioni colorate e i piccoli turisti che crescono.










...i modernissimi centri commerciali.



...i sandali che hanno macinato con noi chilometri su chilometri e che, per sentirci integrati con i locali, abbiamo sfoggiato anche con i calzini.




...lo Stay Munich, il colorato residence che ci ha ospitato e di cui non possiamo che parlar bene, per pulizia, cortesia del personale, ampiezza delle camere (in realtà mini-appartamenti) e posizione.


...il mitico e sempre puntuale 55, che dal residence ci portava alla Ostbahnhof (Stazione Est) in un quarto d'ora o poco più. (Per i nostri quattro giorni di permanenza io e Maritoinformatico abbiamo acquistato la Isarcard, un conveniente abbonamento settimanale valido da lunedì a lunedì che consentiva ai bambini di viaggiare con noi gratis dopo le 9 del mattino)


Monaco è...una città viva e accogliente che mi è rimasta nel cuore, così come ci sono rimasti la Baviera e i suoi incredibili castelli...(continua)