mercoledì 15 settembre 2010

Friendly food

Qualsiasi piatto, anche il più semplice, mangiato in compagnia di persone amiche diventa più buono e saporito.
Se poi quello che si condivide con gli amici è un regalo di altri amici, il gusto si eleva alla seconda e il cibo diventa anche nutrimento per il cuore.
Prima di partire per la loro nuova avventura i nostri carissimi amici ora "atestaingiù" ci hanno regalato un meraviglioso trancio di lardo di Colonnata con la promessa di mangiarlo alla loro salute.
Quanto affetto in quel gesto e quante parole non dette!

I prescelti per condividere con noi questa prelibatezza sono stati mia cugina e suo marito, già in altre occasioni nostri compagni di merende e, visto che c'eravamo, ne abbiamo approfittato per organizzare una bella rimpatriata con tutta la loro famiglia!
È stata una giornata davvero piacevole, complice il miglior clima che settembre può offrire.
Abbiamo mangiato all'aperto, mettendo a punto un'opera di alta ingegneria collettiva per ampliare il gazebo,


abbiamo apparecchiato con tovaglie di organza e piatti di porcellana Royal Worcester


e abbiamo giustiziato il lardo con una focaccia al rosmarino appena sfornata, una delizia!


Ad ogni boccone un pensiero è volato laggiù nella lontana terra dei canguri, accompagnato da tanto amore e, inutile negarlo, un pizzico di nostalgia. Alla vostra salute, amici "atestaingiù", e alla vostra nuova vita!

mercoledì 8 settembre 2010

Inizio


È arrivato anche per Rosposecondo il primo giorno di asilo. Con il suo faccino teso, ha preferito accorciare il momento del distacco. Ci ha salutati in salone, senza neanche aspettare che lo accompagnassimo in classe "Ciao ciao, ci vediamo dopo", e io sono rimasta lì, impalata, con il mio nodo in gola e gli occhi lucidi a guardare il piccolo di casa diventare un po' più grande.



martedì 7 settembre 2010

Val di Fassa (ultima parte)

Ed eccoci al diario dell'ultima parte delle nostre vacanze in Val di Fassa.

Giovedì mattina, visto che la giornata prometteva bene, abbiamo deciso di fare una gita alla diga del Lago Fedaia e alla Marmolada, giustamente soprannominata la "Regina delle Dolomiti".
Per i bambini (e anche per noi) salire sulla bidonvia che dal lago porta ai 2626 m del Rifugio Pian dei Fiacconi è stata un'avventura emozionante. La bidonvia sale molto più lentamente di funivie e ovovie, l'aria sulla faccia amplifica le emozioni, c'è più tempo per cogliere i dettagli del panorama e il lento mutare del paesaggio col passare dei metri.


Arrivati al rifugio decidiamo di fare un ulteriore sforzo rispetto all'ultima volta in cui siamo stati qui e con una ripida scalinata ricavata nella roccia


arriviamo ai piedi del ghiacciaio e a un passo dal cielo.


C'è anche un piccolo laghetto gelato che subito attira le attenzioni di RospoSecondo, che ancora non si è  spiegato perchè gli ho impedito di togliersi le scarpe e di bagnarsi anche i piedi!



Poi, si sa, l'aria di montagna fa venire fame e alle 11.10 decidiamo all'unanimità che è ora di pranzo e divoriamo i nostri panini che l'aria leggera e il panorama rendono ancora più buoni.


Ci tratteniamo ancora un po' ad ammirare questo paesaggio meraviglioso e le spedizioni di escursionisti che si cimentano con il ghiacciaio, poi arrivano le immancabili nubi del pomeriggio, la temperatura scende a picco e decidiamo di far ritorno a casa, giusto in tempo per la pennichella.


Venerdì, ultimo giorno di permanenza in montagna, decidiamo di trascorrere la giornata insieme ai cari amici di Ravenna, conosciuti qui due anni fa, con cui abbiamo condiviso molte delle gite e delle giornate di queste vacanze. La meta prescelta è il Ciampac, una piana verdeggiante a 2100 m ideale per poter far sfogare i bimbi in tutta libertà e senza pericoli, tanto più che per il pomeriggio è anche previsto un concerto di musica classica.

Appena arrivati, annusiamo l'aria e capiamo di aver scelto il posto giusto.


Il concerto del pomeriggio poi è stato davvero emozionante e lo scenario così maestoso ha amplificato le belle sensazioni che da sempre mi suscita l'ascoltare musica classica.




Visto che è l'ultimo giorno, decidiamo di sfruttare il più possibile sia le ore che ci rimangono sia l'abbonamento agli impianti di risalita e andiamo a far merenda su un'altra vetta poco distante. Qualche minuto di macchina, un'altra funivia ed eccoci al Col Rodella.

Qualcuno opta per una merenda non proprio tipica del luogo,


la sottoscritta si lancia in un appassionante "fotosafari" dolomitico


e poi tutti a casa a fare le valigie!
Certo il cielo che abbiamo trovato aprendo le finestre il mattino della partenza sembrava un po' una beffa dopo tanti giorni di nuvole...


...comunque, tirando le somme, è stata una bella vacanza, una vacanza in cui abbiamo staccato la spina, in cui ci siamo volutamente disinteressati di tutto tranne che di sentieri, rifugi e buona compagnia. Siamo tornati a casa riposati e soddisfatti anche se qualcuno dovrebbe incominciare a temere per il suo ruolo di Fotografo Ufficiale della Real Famiglia!

lunedì 6 settembre 2010

W le mongolfiere!

Week end di festa per la nostra città con tanti eventi e manifestazioni.
Venerdì sera siamo stati al Mercatino Europeo, tante bancarelle per lo più gastronomiche provenienti da tutti i paesi d'Europa. Abbiamo "assaggiato" la Baviera con wurstel e birra e l'Olanda con delle mini crepes strepitose, in compagnia di alcuni amici incontrati per caso. E' stato davvero bello godere della compagnia reciproca, in un clima di festa e di viaggio che ci ha fatti sentire tutti ancora in vacanza!


Ma le vere protagoniste del week end sono state le mongolfiere! Abbiamo potuto seguire da vicinissimo tutte le fasi dalla preparazione al decollo e per la prima volta le abbiamo viste anche di notte illuminate.
Maritoinformatico in preda a sindrome da scatto compulsivo ha ribadito che il "volo in mongolfiera" è tra i suoi sogni nel cassetto, a buon intenditor...!

giovedì 2 settembre 2010

Monza, 02/09/1996


Voglio stare con te

invecchiare con te

stare soli io e te sulla luna.